• coupleinflorence

Gelati e cocktail: il connubio tra Cinzia Otri e Luca Manni

Nuovo articolo ad una sola voce perché Marco non è potuto venire alla presentazione dei gelati di Cinzia Otri ispirati ai cocktail del bar manager di Paszkowski, Gilli e MoveOn Luca Manni da Paszkowski.


Vi parlo di un progetto di co-branding che unisce il mondo della gelateria artigianale e quello della mixology con la trasformazione di tre drink in sorbetti: Moscow Mule, Old Fashioned, Twist Negroni. Cinzia ha ricreato sorbetti e non gelati per non utilizzare il latte.


Le nuove creazioni di Cinzia Otri e Luca Manni verranno inserite a rotazione dal venerdì alla domenica alla Gelateria della Passera in orario aperitivo.

Cinzia vi consiglia di prendere il sorbetto in purezza evitando di abbinarlo ad altri gusti.


Ho assaggiato prima il sorbetto e poi il cocktail per ritrovare le sensazioni degli ingredienti, impossibile fare il contrario per non incorrere in contaminazioni.


Cinzia, tre coni Gambero Rosso per il gelato, ci ha spiegato che non è stato ricreato un gusto che ricorda il drink, ma nella coppetta è stato riproposto il bilanciamento degli ingredienti presenti nel bicchiere con un difficile processo perché alcool, zucchero e sale sono notoriamente anticongelanti naturali. L’alcool nel processo viene inserito a fine mantecazione per il sapore.

Il lavoro di entrambi è stato essenziale per ricreare le aromatiche e avvicinarsi il più possibile anche al colore del cocktail. Un lavoro che Cinzia ha definito di chimica, fisica e matematica.

Gli zuccheri fibrosi del sorbetto ricostruiscono la parte solida e riproducono la spato labilità che rende il sorbetto cremoso.


Vi siete mai chiesti come si assaggia un gelato? In tre cucchiaiate: le prime due preparano il palato e la terza fa sentire in modo spiccato il sapore.

Il sorbetto al Moscow Mule richiama in modo più delicato il cocktail di Luca Manni e dei tre è probabilmente quello più setoso come texture.

Ho risentito lo stesso sapore e lo stesso livello di freschezza.

Il Negroni Passion Fruit è una rivisitazione dell’estate 2022 del Negroni: molto più freso rispetto alla versione classica, il color pesca è dato da vermut e bitter scuri.

Il bitter utilizzato è un Amaro toscano bitter Santoni al rabarbaro. La nota aromatica è molto spiccata e infatti al naso arriva subito il passion fruit.

Si sentono le note fresche ma in bocca arriva il bitter e resta il Negroni.

L’Old Fashioned è una scelta di carattere: è il gusto meno piacione e più deciso.

È stato inserito lo zucchero moscovado che è uno zucchero integrale con una melassa per restituire colorazione al sorbetto e rendere l’ambratura.

Luca Manni ci svela che questo era il drink più bevuto al mondo prima che venisse sorpassato dal Negroni.


Si tratta di tre gusti molto diversi l’uno dall’altro: i tre cocktail si riflettono come bouquet e miscelazione nel sorbetto.

Quale sarà il mio preferito? Ve lo svelo nel post su Instagram a questo link: https://www.instagram.com/coupleinflorence/