• coupleinflorence

Nura food: due cuori e un food truck

E: Dite la verità: vi siamo mancati?

In questo periodo il nostro canale principale è stato Instagram, grazie a cui stiamo dando una mano concreta ai ristoratori fiorentini con il progetto #ioaiutounristorante.

Con socialeatinginflorence, un progetto nato nel 2018 da noi e Madtasting, abbiamo creato un team di sette blogger (gloriamottiniexperience, sandrapanerai, forchettinagiramondo, effedifood, coisasdeju) che stanno provando le offerte delivery e mostrandole attraverso i propri canali social.


M: Torniamo finalmente a scrivere a quattro mani e oggi vi parliamo del delivery di Nura Food Truck.


E: È proprio il caso di dire che Nura Food Truck, il primo food truck di cucina indiana in Italia, nasce dall’incontro di Marta e Basheerkutty Mansoor.

Da inguaribile romantica, vi confesso che mi ero appassionata alla loro storia, al loro incontro in India, nella terra di Basheer, il Kerala.


M: Eccola che ha di nuovo gli occhi a cuore come durante la diretta che abbiamo fatto con loro qualche giorno fa quando chiedeva come si erano incontrati, come Basheer aveva conquistato Marta, cosa aveva preparato per lei…


E: Io sono così, ho un debole per le storie delle persone.


M: E per la cucina!


E: Per la cucina che ci regala un’esperienza e Nura è stata un’esperienza a 360° tra sapori e profumi del Kerala (cocco, anacardi, menta, ginger, curry, spezie) abbinati a prodotti toscani di prima qualità.


M: Prima di mostrarvi i piatti, abbiamo un annuncio per i nostri amici celiaci: Nura ha una grande attenzione a realizzare piatti che possono essere assaporati da tutti grazie all’utilizzo di farine di ceci, di mais e di riso!

E: Sembra riso ma non lo è! Proprio così, è la Carrot Thora, un gustoso incontro tra carote, cocco e semi di mostarda.

Ve lo presentiamo accanto al Coconut Rice: riso basmati al cocco con semi di mostarda e foglie fresche di curry.

Vedrete che sarà la base ideale da abbinare ad ogni piatto di carne o pesce che sceglierete!

M: Iniziamo da uno dei piatti indiani più conosciuti: i Samosa. Gustosi fagottini fatti a mano e ripieni di patate, piselli e spezie del Kerala, abbinati ad una salsa al tamarindo.

E: Marta ci ha consigliato di abbinarli ai Pakora: croccanti frittellone di cavolo cappuccio, carote e cipolline, avvolte da una fragrante panatura realizzata con farina di ceci e speziate con una salsa al tamarindo squisitamente delicata.

M: Momento confessione: mentre io mi alternavo negli scatti con Erika, la signorina sgranocchiava le schiacciatine di ceci (Papadam) e quelle di ceci e semi di cumino (Jeera Papadam).


E: Questo perché ho più occhio di te e scatto più velocemente per correre ad assaggiare!

Però lo ammetto, sono talmente buone che le vorrei ogni sera sa sgranocchiare sul divano mentre aspetto la cena!

M: Ecco a voi il mio piatto preferito in assoluto di questo delivery: il Malabar chicken, bocconcini di pollo italiano in una gustosa salsa con spezie e latte di cocco.


E: Fossi in voi andrei subito le storie in evidenza sul nostro profilo per gli assaggi di Marco!

M: Potrei dire lo stesso per il tuo assaggio ai Prawns Molee!


E: Quei gamberoni!!! La salsa con latte di cocco, spezie e garam masala prodotta artigianalmente accompagnata dal riso al cocco è il piatto etnico che potrei mangiare ogni giorno!

(Marta e Basheer se Marco dovesse avere dubbi su cosa ordinare quando prenota, o se per farmi un dispetto non lo dovesse inserire, ricordatevi di aggiungerlo sempre!!!)

M: Irrinunciabile per assaporare un gusto unico il Matar Paneer.

Il Paneer è un formaggio tipico dell’India che Basheer realizza interamente a mano con latte fresco italiano. In questo piatto viene abbinato a piselli, ginger e spezie.


E: Se volete prenotare la vostra esperienza, ricordatevi di prenotare entro le 16:00.

I piatti di Nura sono realizzati giornalmente con prodotti freschissimi e vengono consegnati in contenitori interamente biodegradabili!

M: Erika vi mostra le confezioni e il suo vano tentativo di farmi digiunare.


E: Ma no, non potrei mai far digiunare il mio #marcomoltogoloso! Forse però potrei... Chissà!?