• coupleinflorence

Pinktober da Hard Rock a Firenze

E: Questo ottobre mi avete vista in prima linea con le iniziative rosa a Firenze.

La mia esperienza con quella bestiaccia che è il tumore al seno non l’ho vissuta in prima persona ma l’ho vissuta tramite mia nonna materna che qualche anno fa ha subito un intervento.

Ero piccola e non capivo bene il significato della parola prevenzione. L’ho capito quando ogni anno ho iniziato a farmi i controlli di prevenzione.

Non dobbiamo aver paura, dobbiamo conoscerci e controllarci ma soprattutto dobbiamo parlarne!

Ho partecipato alla campagna di #firenzeinrosa pubblicizzando le iniziative di controllo gratuito e sono andata io stessa a farmi controllare raccontandovi la mia esperienza sui social. Tantissime mi hanno scritto per ringraziarmi di aver fatto conoscere loro l’iniziativa, mi hanno mandato un messaggio dopo la loro visita e mi hanno scritto per chiedermi come era andata la mia!


M: Ho visto Erika veramente attiva in questo mese e sulla nostra pagina Instagram abbiamo dato spazio a iniziative a sostegno della ricerca come quella promossa da Hard Rock cafè in collaborazione con Airc.

E: Per il mese di ottobre Hard Rock ha aderito al pinktober a sostegno della ricerca sul cancro al seno con un menù dedicato dedicando parte del ricavato degli incassi del mese proprio alla ricerca.


M: Ve ne abbiamo parlato nelle storie e se oggi siamo qui a scrivere l’articolo è per ricordarvi che c’è ancora tempo per un ottimo hamburger e per dare un aiuto.


E: Abbiamo provato due dei tre burger nel menù: il Mushroom & bourbon burger fatto con due hamburger sovrapposti con cipolle caramellate al bourbon, funghi saltati, formaggio svizzero, lattuga e pomodoro fresco.

M: Mentre io ho provato l’Ultimate pop burger con pub sauce fatta in casa, formaggio americano, bacon, cetriolini, sfilacci di cipolla croccante, lattuga e pomodoro fresco.

E: E per chiudere una giornata che era iniziata con il controllo al seno mi sono concessa anche la coppa brownies!

M: Chiudo io l’articolo ricordandovi di fare sempre i controlli e se non ve lo ricordate e pensate che le giornate sono spesso troppo piene, faccio appello a fidanzati, compagni, mariti di ricordare alle vostre fidanzate, compagne, mogli e figlie di farsi controllare.

Insistete, insistete, insistete. L’ho capito quest’anno quando ho visto Erika così attiva e aver visto i messaggi che sono arrivati.