• coupleinflorence

Sabatini, la vostra cena romantica a Firenze

M: Sapete che Erika è un bel crostino quando la porto a cena fuori!

Saranno state le fiamme del flambée, lo stile storico del ristorante, i piatti… Questa volta Erika si è davvero sciolta da quanto le è piaciuto Sabatini!


E: Sciolta… Entusiasta! Curiosi di conoscere la storia di Sabatini? Ve la racconto subito: il ristorante ha da poco superato il secolo di vita, essendo nato nel 1914 in via Valfonda.

Dopo l’inaugurazione della nuova stazione, si trasferì negli attuali locali di via Panzani, restaurati nel 1955 con la copertura dell’affascinante Giardino d’inverno e la realizzazione degli arredi da parte dell’architetto Vittorio Stigler.


M: Stigler ha utilizzato gli arredi di una chiesa sconsacrata del Cinquecento e per questo motivo il ristorante è interamente vincolato e tutelato dalle Belle Arti.

Pensate è l’unico ristorante in Italia ad avere questa caratteristica!

(foto scattata da Gloria Mottini)

E: Cenare da Sabatini è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita per chi abita a Firenze e per chi sceglie di trascorrere qualche giorno in città.


M: L’esperienza che abbiamo vissuto è stata provare una cucina di alta qualità, legata ad un servizio elegante e raffinato.

Una cena gourmet all’interno di un ambiente romantico e ricercato.


E: Sabatini è famoso in tutto il mondo per la cucina flambée ed è il solo ristorante in grado di offrirvi un’intera cena flambée dall’antipasto al dolce.

M: La nostra cena è iniziata con Fantasia di melanzane: cannoli croccanti con melanzane.

E: Delicatissimo il Tortino di sedano e rapa.

M: Ottima la rivisitazione dei Crostini misti toscani su polenta grigliata.

E: E per concludere la selezione di antipasti una Burrata al tartufo freschissima.


M: Veniamo adesso al piatto flambée che abbiamo assaggiato in modo molto romantico (vi ricorda qualcosa?!) come avete visto dalla foto: il famoso Spaghetto Sabatini.

E: Il piatto viene preparato in ogni minimo passaggio dal maître del ristorante davanti ai vostri occhi e servito in diretta.

M: Lo spaghetto è a base di pomodoro fresco, guanciale, cipolla, tuorlo d’uovo, basilico e parmigiano.

E: Ci credete se vi diciamo che è uno dei piatti più saporiti e particolari che abbiamo mai assaggiato? Vi consigliamo di abbinarlo all’ottimo Chianti DOCG Sabatini.

M: Visto che siamo eternamente indecisi sul dolce, il maître ha preparato per noi una selezione di dolci dal menù: Tiramisù, Cheesecake e Profitterol.


E: Se volete curiosare i nostri video sulla serata, li trovate nelle storie in evidenza sul nostro profilo Instagram!


M: Sì, Erika, prenoto anche la Degustazione flambée! Cosa non si fa per renderla felice?!